Blog Ecovesuvio

raccolta e trasporto rifiuti non pericolosi

raccolta e trasporto  rifiuti  non pericolosi

 

L’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali deve essere effettuata in base ad una delle seguenti procedure:

La ecovesuvio di cozzolino salvatore è iscritta all’albo nazionale dei gestori ambientali e pertanto autorizzata alla raccolta e trasporto rifiuti non pericolosi ad ercolano ed in tutto il territorio campano.

Tra i nostri servizi quello di ritiro a domicilio di quelle materie prime non più utilizzate sia in ambito domestico che industriale tra cui

rame; ottone; acciaio inox piombo; cavi elettrici ferro ecc.

La Ecovesuvio inoltre si occupa del trasporto e smaltimento di qualsiasi rifiuti non pericolosi tra cui:

calcinacci; rifiuti inerti; cartongesso; plastica; carta e cartone;

vetro imballaggi in materiali misti;

legno; pneumatici fuori suo.

Trattasi di una realtà leader del settore nel proprio territorio, ci accerteremo di fornirvi con la massima professionalità il miglior servizio di sempre.

Iscrizione con procedura Ordinaria

Le imprese che intendono svolgere le attività di cui alle categorie:  1, 4, 5, e “solo esercizio di trasporto transfrontaliero di rifiuti in territorio italiano” devono iscriversi all’Albo con procedura ordinaria.

Per la categoria 1 con  gestione di rifiuti urbani pericolosi e categoria 5, se la domanda è accolta, con la comunicazione di accoglimento la Sezione richiede  la presentazione della garanzia finanziaria.

Nelle sezioni sotto indicate sono presenti le procedure di iscrizione e l’elenco dei documenti che devono essere allegati alla domanda:

 

Iscrizione con procedura Semplificata

L’iscrizione con procedura semplificata consiste in una comunicazione di inizio attività e può essere utilizzata per i seguenti soggetti:

  1. Iscrizione semplificata nella categoria 1 per Aziende Speciali, Consorzi e Società di gestione dei servizi pubblici di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 che svolgono attività di gestione di rifiuti urbani e assimilati nell’interesse di Comuni o di Consorzi di Comuni, (art. 212, comma 5, decreto legislativo 152/2006 e s.m.i.)
     
  2. Trasporto dei propri rifiuti (produttori iniziali):  produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti, nonchè i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto di trenta chilogrammi o trenta litri al giorno dei propri rifiuti pericolosi, a condizione che tali operazioni costituiscano parte integrante ed accessoria dell’organizzazione dell’impresa dalla quale i rifiuti sono prodotti (art.212, comma 8, decreto legislativo 152/2006 e s.m.i.)
     
  3. Raccolta e trasporto di Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche): distributori, trasportatori, installatori e gestori di centri di assistenza tecnica che nello svolgimento della loro attività  effettuano raccolta e trasporto di Raee (decreto ministeriale 65/2010)

Nelle sezioni sotto indicate sono presenti le procedure di iscrizione e l’elenco dei documenti che devono essere allegati alla domanda:



Nessuna risposta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.